Brief der Repower an die SEI 2013-12-16 (Hervorhebung)

Brief der Repower an die SEI 2013-12-16 (Hervorhebung)

(Adressiert an:) SEI S.p.A., Via Giulio Uberti, 37; 20129 Milano
(Datiert:) Poschiavo, 16. Dezember 2013.

Oggetto: Posizione in SEI S.p.A. e referendum popolare nel Cantone dei Grigioni del 22 settembre 2013.

Spettabile Società,
riscontriamo la Vostra lettera del 12 novembre 2013 (Rif. SEI 474) in riferimento alla quale Vi comunichiamo quanto segue.

Allo stato attuale, l’esito della consultazione popolare del 22 settembre 2013 nel Cantone dei Grigioni (che ha visto prevalere la posizione referendaria per la quale si richiede che nella Costituzione cantonale ci sia un chiaro impegno contro le centrali a carbone, in particolare tale da garantire che le società a partecipazione del Cantone non realizzino investimenti in centrali a carbone) ne è tale da imporre alla nostra società alcun divieto legale alla prosecuzione di initiative in progetti in centrale a carbone nei Paesi in cui le stesse sono state attivate.

La sudetta volontà referendaria, infatti, dovrà essere (in conformità alle disposizioni costituzionali del Cantone dei Grigioni) successivamente meglio precisata ed inquadrata, sia per le tempistiche di intervento che per il contenuto di specifici provvedimenti inibitori allo sviluppo delle dette iniziative, in specifici provvedimenti legislativi che allo stato non sono in essere e non siamo in grado di prevedere.

Indipendemente da quanto sopra, il Consiglio di Amministrazione di Repower A.G. ha deciso, alla luce delle incertezze politiche, della generale insicurezza legislativa, dei mutevoli scenari di mercato validi a livello europeo e degli indirizzi strategici generali espressi dal Governo del Cantone dei Grigioni (quale azionista di maggioranza del Gruppo Repower), di rinunciare ad impegnarsi in nuove società proprietarie di centrali termoelettriche a carbone.

Con specifico riferimento all’iniziativa di Saline Joniche, che è strategica per il mercato elettrico italiano e di valore per i suoi azionisti, il Consiglio di Amministrazione di Repower A.G. ha fermamente ribadito l’intenzione del Gruppo Repower di rispettare con convinzione tutti gli impegni contrattuali assunti coi propri partner, fermo restando che ogni eventuale coinvolgimento del Gruppo Repower nei futuri lavori di costruzione della centrale di Saline Joniche non potrà che essere soggetto e vincolato alla indicazione strategiche del proprio azionista di maggioranza.

Vi comunichiamo pertanto, quali soci di maggioranza della Vostra società, che il nostro impegno per lo sviluppo e per il supporto finanziario alle attività volte al raggiungimento della Cantierabilità della centrale di Saline Joniche potrà continuare secondo le previsioni contrattuali in essere con la Vostra società.

In caso di scuccessivi mutamenti del quadro normativo che siano direttamente applicabili alla nostra società non tarderemo ad informarVi.

Distinti saluti.

(gez. Kurt Bobst, CEO, Repower AG; Giovanni Jochum, Responsabile Trading e Nuovi Mercati Repower AG)

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.